DESCRIZIONE E RIFERIMENTI NORMATIVI

Lo scopo di questa procedura è arrivare all’acquisizione gratuita al demanio comunale di aree private adibite a sede stradale ad uso pubblico transito da oltre 20 anni, regolarizzando catastalmente e giuridicamente la situazione di fatto in cui si trovano quelle strade che pur essendo di uso pubblico da almeno 20 anni, risultano ancora di proprietà di soggetti privati.

 

Per poter utilizzare questa procedura al fine di acquisire le aree private sono necessari i seguenti requisiti:

  • la strada da acquisire deve essere di pubblico transito da almeno 20 anni,
  • tutti i proprietari delle aree sulle quali insiste la strada devono presentare la dichiarazione di consenso; se manca anche un solo consenso, non si può procedere utilizzando questo procedimento.

 

La procedura può essere avviata dai soggetti interessati oppure d’ufficio dal Comune, nell’ambito dell’attività di ricognizione delle strade del proprio territorio. Una volta attivato il percorso l’ufficio verifica la sussistenza dei requisiti richiesti dalla Legge 448/1998 e procede per acquisire i consensi di tutti i proprietari dell’area adibita a strada, se non ne è ancora in possesso. La dichiarazione di consenso deve essere consegnata all’Ufficio Protocollo del Comune di Solbiate Arno o trasmessa via PEC all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , corredata di una fotocopia del documento di identità.

Le dichiarazioni dovranno pervenire entro entro il 01/12/2022.

Una volta acquisiti tutti i consensi si attiva un iter amministrativo piuttosto lungo e complesso che richiede vari atti da parte dell’Amministrazione Comunale ed il coinvolgimento di soggetti esterni quali l’Agenzia delle Entrate e il Catasto di Varese.

Le maggiori difficoltà si riscontrano nei casi in cui:

  • la strada insiste su particelle catastali intestate a molti soggetti e per procedere è necessario acquisire il consenso di tutti i proprietari; la mancanza anche di un solo consenso non permette l’acquisizione utilizzando questo procedimento;
  • la strada corrisponde esattamente a una particella catastale, ma fa ancora parte di quella confinante (tipicamente il fabbricato o il terreno che si affaccia sulla strada): in questo caso, prima di procedere all’acquisizione occorre fare il frazionamento in modo da separare catastalmente la strada dai mappali circostanti.

Con il passaggio alla partita stradale la procedura si chiude e l’ufficio comunica ai precedenti proprietari l’avvenuto passaggio alla partita stradale e la conclusione dell’iter amministrativo.

 

E’ di fondamentale importanza che le strade siano di proprietà comunale e non privata: oltre alla manutenzione, infatti il proprietario è responsabile civilmente e, in caso di incidente o cadute, può subire una richiesta di risarcimento danni. L’art. 31, commi 21 e 22 della Legge n. 448/1998 permette di regolarizzare dal punto di vista patrimoniale e catastale, senza spese a carico dei cedenti, una situazione di fatto in cui si trovano le aree.

 

RIFERIMENTI NORMATIVI

Legge 448/1998 art. 31, commi 21 e 22

 

RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

Responsabile del procedimento:

Geom. Paolo Cattini

Per info:

Ufficio Tecnico

Geom. Emanuele Magistrali

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

tel. 0331 993 043 int. 8


Attachments:
FileDimensione FileData Caricamento
Download this file (modulo consenso.docx)modulo consenso.docx15 kB31-10-2022 11:14
Download this file (modulo consenso.pdf)modulo consenso.pdf107 kB31-10-2022 11:13
torna all'inizio del contenuto